E’ arrivata la stagione calda, il caldo si fa sentire e noi, per difenderci, accendiamo il più possibile i nostri sistemi di condizionamento. Così facendo proteggiamo il nostro umore ma spesso e volentieri diamo delle belle botte alla nostra bolletta della luce. Con quasi 40 gradi percepiti in molte città, il consumo per il condizionamento degli ambienti sale alle stelle, con un importante aumento del consumo energetico annuo.

E’ possibile risparmiare energia elettrica e salvaguardare l’ambiente senza trasformare la casa in un forno?

Alcuni piccoli trucchi per risparmiare energia elettrica e godersi una delle stagioni più belle dell’anno senza l’ansia dell’arrivo della bolletta della luce.

Illuminazione

Come ormai è informazione di dominio pubblico, le lampade a LED consumano meno delle classiche lampada a incandescenza, ma quello che forse non tutti sanno è che queste lampade non producono calore, sono quindi l’ideale quando, la sera, tutta la famiglia è in casa ed accende tutte le luci, o quasi, contemporaneamente.

Se al contrario avete ancora della lampade NON a Led in casa ricordatevi di spegnerle quando uscite dalle stanze in quanto non solo consumano, inutilmente, energia ma producono calore che poi dovrete abbattere tenendo acceso il condizionatore.

Deumidificazione e ventilazione

Il caldo si combatte non solo con il condizionatore, ma anche con un misto di strumenti che il più delle volte già possediamo in casa.

Il deumidificatore: l’umidità peggiora la sensazione di calore e di afa; sfruttare questa funzionalità che è quasi sempre presente su tutti i condizionatori ci permette di consumare molta meno energia elettrica ed allo stesso tempo di percepire immediatamente un certo sollievo.

Abbinare condizionamento e ventilazione è un buon metodo per abbassare notevolmente i consumi del condizionamento; la ventilazione, infatti, consuma fino a 15 volte meno rispetto alla climatizzazione.

Dopo aver rinfrescato gli ambienti con il condizionatore, questo va spento ed a finestre chiuse accendere il ventilatore; l’aria fresca si diffonderà in tutta la casa con più velocità e con lo stesso livello di comfort.

Controllo dei filtri

E’ un consiglio scontato, ma quasi tutti, presi dalla frenesia delle attività giornaliere, spesso ci dimentichiamo di eseguire un controllo dei filtri. Questi se sporchi, aumentano notevolmente il consumo del condizionatore e quindi i costi di energia elettrica necessaria, mentre un condizionatore pulito e ben manutenuto è più efficiente a tutti i livelli, anche per la salute di chi vive nei locali condizionati.

Periodicamente quindi é necessario fare un controllo dell’impianto magari chiamando un tecnico specializzato; sicuramente sosterremo un costo che però sarà ammortizzato da un minor consumo ed anche da una manutenzione preventiva al nostro condizionatore.

Non surriscaldare

Per risparmiare l’energia del condizionatore ci sono tanti piccoli accorgimenti che ci possono aiutare a mantenere la casa più fresca e più vivibile in un modo più intelligente. Ad esempio evitiamo di accendere nelle ore più calde i grandi elettrodomestici come lavastoviglie o lavatrice; questi vanno avviati ed utilizzati nelle ore serali della giornata.

Anche il forno è un elettrodomestico che produce molto calore e quando possibile evitiamo di accenderlo durante le ore calde della giornata altrimenti avremo un elettrodomestico che produce calore e consuma energia (il forno) ed allo stesso tempo un altro elettrodomestico (il condizionatore) che combatte il calore prodotto dal forno consumando altra energia.