Lavandino ostruito

//Lavandino ostruito

Lavandino ostruito

Affrontiamo il problema in due modalità differenti:

  1. Prevenzione che ci possa permettere di evitare il più possibile intasamenti nei nostri scarichi (manutenzione anti intasamento)
  2. Soluzioni rapide, indolori ed economiche per sgorgare scarichi ostruiti

Manutenzione anti intasamento

Quando si lavano i piatti non lasciare assolutamente che nello scarico finiscano grossi pezzi di cibo o peggio ancora non spingerli a forza giù per il condotto. Raccogliere sistematicamente i residui di cibo rimasti nel lavello e/o proteggere lo scarico con un filtro che andrà pulito ogni volta. Impiegheremo qualche minuto in più ogni volta ma ci risparmieremo molti problemi in futuro.

Per una buona e corretta manutenzione dei nostri scarichi evitare di versare nel tubi i prodotti chimici che si trovano in commercio e che promettono meraviglie. Probabilmente otterremo l’effetto desiderato, ma questo ci indurrà ad utilizzare questi prodotti più frequentemente del dovuto. Ed il risultato quale sarà? Corrosione degli scarichi, inalazione di fumi tossici, una spesa continua per l’acquisto di questi prodotti ed un danno considerevole per l’ambiente.

Anche se i tubi non ci danno problemi e sembrano essere puliti versare ogni due mesi nello scarico tre tazzine da caffè di sale grosso e due di bicarbonato di sodio; a seguire versare lentamente acqua bollente. Sentiremo subito quel gradevole confortante gorgoglio dello scarico che si libera e l’acqua inizierà come per magia a defluire più rapidamente. Il tutto ad un costo pari a zero o quasi.

3 idee per sgorgare

Esistono molti disgorganti naturali, ma sicuramente non tutti sanno che l’acqua di cottura delle patate è fenomenale in questi casi? Va versata a temperatura molto alta nello scarico del lavandino e bisogna aspettare qualche ora per poterlo riutilizzare.

Se non riusciamo con l’acqua delle patate possiamo provate con altri ingredienti facilmente reperibili in cucina. Versare prima il sale, poi il bicarbonato ed in ultimo l’aceto: bicarbonato e aceto inizieranno subito a fare reazione, quindi aspettare pochi minuti (due / tre) prima di versare l’acqua bollente. Se la situazione è grave lasciare agire per un’intera notte e solo al mattino versare l’acqua. Un rimedio sicuramente veloce, economico ed anche ecologico.

Per i casi più difficili ecco un altri due rimedi tramandati da generazioni: versate 2 cucchiai di soda caustica lungo i tubi di scarico e poi acqua bollente (avere l’accortezza di utilizzare una mascherina per non respirare i vapori) e lasciate agire. Oppure utilizzare mezza tazza di cremore di tartaro con con mezza tazza di sale e mezza tazza di bicarbonato di soda e versare il composto nello scarico. Infine aggiungere acqua bollente e lasciare riposare almeno un paio d’ore.

Conclusioni

Se volete avere un risultato garantito potete sempre utilizzare i prodotti realizzati appositamente per queste problematiche, che garantiscono il risultato; troverete presso il nostro banco i migliori consigli ed i migliori prodotti.

2018-12-12T14:03:19+00:00